Le Bandiere Blu sventolano in quattro comuni della costa maremmana

Le Bandiere Blu sventolano in quattro comuni della costa maremmana

249
0
CONDIVIDI

Come ogni anno arrivano puntuali le Bandiere Blu, ovvero i riconoscimenti internazionali della FEE Foundation for Environmental Education che premiano i mari più puliti e le zone più curate, grazie al giudizio e sostegno delle diverse Arpa regionali che effettuano scrupolose analisi per conto dei Comuni candidati

****

Puntuale come ogni anno a maggio arrivano le tanto attese Bandiere Blu. Si tratta di un prestigioso riconoscimento internazionale, assegnato in 49 Paesi diversi dalla ong danese Foundation for Environmental Education. Un titolo che premia non solo l’area più bella visivamente, ma anche i mari più puliti e le zone più curate, grazie al giudizio e sostegno delle diverse Arpa regionali che hanno effettuato scrupolose analisi per conto dei Comuni candidati.
A questo si aggiungono altri parametri di valutazione, come la valorizzazione delle aree naturalistiche, la cura dell’arredo urbano, delle strutture alberghiere oltre all’accesso al mare per tutti, senza limitazioni. Insomma, un premio ben strutturato a più livelli e che riconosce l’impegno di una località per far sì che la zona sia perfetta sotto più punti di vista.
In tutto sono 195 i comuni italiani che hanno ottenuto il premio: un ottimo risultato ora che le spiagge stanno per riaprire. A livello nazionale la Liguria guida la classifica italiana con ben 32 località. Seguono la Toscana con 20 località e la Campania che può vantare ben 19 Bandiere Blu…
In Maremma (provincia di Grosseto) sono quattro i comuni premiati: Follonica (Spiaggia Sud, Spiaggia Nord); Castiglione della Pescaia (Rocchette, Roccamare-Casa Mora, Riva del Sole, Capezzolo, Ponente, Spiaggia Pian d’Alma, Casetta Civinini-Piastrone, Punta Ala, Levante, Tombolo); Grosseto (Marina di Grosseto, Principina a Mare); Monte Argentario (Porto Santo Stefano La Caletta, Porto Santo Stefano Il Moletto, La Soda, Porto Santo Stefano Il Pozzarello, Cala Piccola, Porto Ercole Le Viste, La Feniglia)…

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di maggio 2020 di Maremma Magazine (alle pagine 56-59), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI 

La Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale, istituito nel 1987 Anno europeo dell’Ambiente, che viene assegnato ogni anno in 49 paesi, inizialmente solo europei, più recentemente anche extra-europei, con il supporto e la partecipazione delle due agenzie
dell’ONU: UNEP (Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente) e UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo) con cui la FEE ha sottoscritto un Protocollo di partnership globale e riconosciuta dall’UNESCO come leader mondiale nel campo dell’educazione ambientale e dell’educazione allo sviluppo sostenibile.
Bandiera Blu è un eco-label volontario assegnato alle località turistiche balneari che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio. Obiettivo principale di questo programma è quello di indirizzare la politica di gestione locale di numerose località rivierasche, verso un processo di sostenibilità ambientale.