“La voce di ogni strumento”, al via l’edizione 2016/2017, tra musica,...

“La voce di ogni strumento”, al via l’edizione 2016/2017, tra musica, cultura e solidarietà

430
0
CONDIVIDI

È tornata anche quest’anno “La voce di ogni strumento”, stagione musicale alla sua sesta edizione diretta da Gloria Mazzi. Il via al festival è avvenuto il 22 ottobre scorso ma gli appuntamenti – 8 in tutto al ritmo di uno al mese – andranno avanti fino a maggio, sempre all’insegna della solidarietà

La rassegna che vede uniti Reggimento Savoia Cavalleria, Centro Militare Veterinario, 4° Stormo Caccia Intercettatori di Grosseto, reparto dell’Aeronautica Militare, si presenta al pubblico come un esempio di manifestazione complessa e composita in cui bellezza e musica vengono declinate con i valori della solidarietà

****

Ufficialmente al via la stagione musicale “La voce di ogni strumento” diretta da Gloria Mazzi: una serie di proposte in musica che intrecciano cultura e solidarietà. Ricco il programma che da ottobre a maggio vivrà non solo nei luoghi storici ma anche nelle caserme del capoluogo.
L’evento, giunto alla sesta edizione, è patrocinato dal Comune di Grosseto.
Ogni ingresso agli concerti sarà a offerta e il ricavato verrà devoluto in beneficenza alle associazioni la Farfalla, Admo, Avis, Asim.
“La musica – commenta il sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna – è uno dei più grandi generatori di emozioni: la cultura su cui si fonda e che, al contempo, produce è una straordinaria macchina di socialità e sentimento. Il ricco cartellone de “La voce di ogni strumento” ne è un esempio efficace: la rassegna è un lungo percorso fatto di magia e qualità. I nomi e le proposte dell’edizione 2016/2017, fanno di questo ormai consolidato evento, un appuntamento di pregio per la città e di richiamo per chi verrà da fuori. Un arricchimento per quanti parteciperanno ai concerti come protagonisti, ma anche per chi l’evento lo vive da promotore e per tutte quelle persone, residenti e turisti e mondo dell’associazionismo, che vorranno avvicinarsi a questa esperienza che sa coniugare cultura e solidarietà. Perché alla base della formula di successo de La voce di ogni strumento c’è il sapiente legarsi di questi preziosi elementi. Nelle tante occasioni di pregio del cartellone, ognuno potrà trovare momenti di crescita personale o di semplice svago”.
“La voce di ogni strumento” si presenta al pubblico come un esempio di manifestazione complessa e composita in cui bellezza e musica vengono declinate con i valori della solidarietà.
Ad aprire la serie di eventi è stato il concerto Oltre Tango di Silvia Parisotto e Alessandro Golini, spettacolo che ha ripreso canzoni di autori argentini e italiani in chiave acustica.
“L’idea di cultura che vogliamo curare – spiega l’assessore alla Cultura Luca Agresti – non può prescindere dall’includere valori come lo scambio, la condivisione, la solidarietà, il dare e il darsi. La cultura non può essere fine a se stessa; non può rappresentare solo un palcoscenico per attori protagonisti, ma deve offrirsi agli altri e includere, in un progetto di crescita e di conoscenza. Di altruismo”.
La kermesse ha il sostegno di numerosi soggetti, tra cui: Reggimento Savoia Cavalleria, Centro Militare Veterinario, 4° Stormo Caccia Intercettatori di Grosseto, reparto dell’Aeronautica Militare, Lions club Aldobrandeschi, Pasfa, Centro didattico musicale Rockland.
“Per il sesto anno consecutivo – spiega il direttore artistico Gloria Mazzi – mi trovo a dare voce alle emozioni derivanti da un mio progetto nato nel 2011 da un’idea del tenente colonnello Giuseppe Cirianni, allora vice comandante del Savoia Cavalleria.
Quest’anno la parola che caratterizza tutta la manifestazione è crescita: crescita del team organizzativo, crescita del programma musicale, crescita dei nostri sostenitori, crescita delle associazioni onlus. Il team si è ampliato grazie all’adesione del 4° Stormo Caccia Intercettatori di Grosseto, reparto dell’Aeronautica Militare che opera al servizio della difesa aerea, il quale, con il Reggimento Savoia Cavalleria e il Centro Militare Veterinario, va a completare il complesso dei reparti delle Forze armate della nostra città. Il supporto delle Forze armate contraddistingue la stagione musicale che beneficia di luoghi suggestivi dove mettere in scena alcuni dei prestigiosi concerti della rassegna. Il programma musicale quest’anno vanta poi un’offerta di altissima qualità con musicisti locali molto amati e conosciuti anche oltre le nostre zone, ed artisti di fama nazionale e internazionale. Un modo per valorizzare il territorio e mantenere una varietà di concerti nell’arco di tutta la stagione. Inoltre, anche quest’anno, in un trend di crescita costante, si registra un aumento dei sostenitori composti da aziende, ma anche da privati, che dimostrano la sorprendente risposta positiva della città a progetti che sanno coniugare cultura musicale e solidarietà. Al gruppo delle associazioni che beneficiano dei contributi quali AVIS, AISM e LA FARFALLA, si aggiunge ADMO, a dimostrazione che la collaborazione significa dare maggiore forza ed efficacia alle azioni che portano al raggiungimento dei propri obiettivi. Tutto questo si tramuta in una crescita personale e professionale che non avrei immaginato all’inizio di questa avventura”.
“Voglio ringraziare personalmente – aggiunge Gloria Mazzi – le realtà che patrocinano la stagione: la sinergia tra il Comune di Grosseto, il Savoia Cavalleria, il Centro Militare Veterinario, il 4° Stormo, il Lions Club Grosseto Aldobrandeschi, il Pasfa, va a concretizzare l’obiettivo principe di questo progetto: unire per collaborare e promuovere all’interno della nostra città solidarietà e cultura.
Le location dove si svolgeranno i concerti sono collocate in vari luoghi della città e dintorni: sala didattica del Savoia, sala storica “Cavallerizza” del Ce.Mi.Vet., circolo ufficiali 4° Stormo a Marina di Grosseto, teatro degli Industri, sala Friuli, hotel Granduca.
Infine – conclude la direttrice artistica – un augurio, per questo nuovo anno: che il nostro calorosissimo pubblico sia sempre più presente e numeroso! Buon ascolto a tutti!”.

Da segnalare che alla fine di ogni concerto viene offerta una degustazione di vini e prodotti locali e che da quest’anno è possibile acquistare una speciale card per assistere a otto concerti e sostenere i progetti di solidarietà a favore delle associazioni benefiche collegate al progetto de La voce di ogni strumento.
Per ulteriori informazioni e prenotazioni tel. 339.7960148 lavocediognistrumento@gmail.com

14702510_10209300929914082_5532378441279407374_n 14731129_10209351169050029_8192096567215549908_n 14732224_10209351179130281_920629155473530834_n