La Maremma dei Musei riapre! Ricchissima l’offerta in tutto il territorio

La Maremma dei Musei riapre! Ricchissima l’offerta in tutto il territorio

452
0
CONDIVIDI

Il lungo lockdown ha imposto la chiusura forzata dei Musei di Maremma, la Rete Provinciale che comprende oltre cinquanta strutture sparse nel vasto territorio maremmano. Strutture che oggi, con la ripartenza, stanno riaprendo le porte alle visite e alle tantissime attività che in esse si svolgono a beneficio di residenti e turisti. Nel servizio ne evidenziamo alcune…

****

I Musei di Grosseto

I Musei di Grosseto ovvero il Museo archeologico e d’arte della Maremma, il Museo di storia naturale, il Polo culturale Le Clarisse e il Museolab sono tornati ad accogliere i visitatori e lo faranno con ingresso gratuito fino al 31 luglio.
“I musei cittadini – sottolineano il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e il vice sindaco e assessore alla Cultura Luca Agresti – tornano ad accogliere i visitatori con una riapertura unica che vuole essere un segnale forte di unione e condivisione. Saranno molte le novità, soprattutto per le prescrizioni legate al contenimento del contagio da virus Covid-19 (ingressi con guanti e mascherine, visite contingentate, misurazione della temperatura all’ingresso, ecc.), ma siamo certi che rendere questi luoghi di nuovo fruibili, nonostante tutto ciò, sarà una grande occasione di crescita e di fiducia”…

I Musei di Massa Marittima

I visitatori possono tornare ad ammirare capolavori come la Maestà di Ambrogio Lorenzetti nel Complesso Museale di San Pietro all’Orto… Riaperto anche il Museo della Miniera, ma solo con prenotazione obbligatoria (tel. 0566 906525). Rimane ancora chiuso invece il Museo Archeologico Camporeale in vista dei lavori di adeguamento degli impianti…
Ci spiega l’assessore alla cultura del Comune di Massa Marittima Irene Marconi:
“Abbiamo pensato di valorizzare la città nel suo complesso ed abbiamo ampliato l’orario di apertura e il percorso di visita alla Torre del candeliere inserendo l’accesso al Cassero Senese: all’interno dell’area attrezzata sarà possibile fermarsi e visitare così tutta la cinta muraria”…
“Siamo molto soddisfatti di riaprire al pubblico i musei in sicurezza – commenta il direttore dei Musei di Massa Marittima Roberta Pieraccioli – e poi, oltre alle visite guidate settimanali, stiamo predisponendo un programma di attività per i bambini da svolgere all’aperto nel cortile di accesso al Museo di San Pietro all’Orto. Non potremo realizzare iniziative in presenza, ma stiamo progettando l’adesione alle Notti dell’Archeologia con incontri ed eventi che saranno resi disponibili sui social”. Per i residenti nel territorio comunale l’ingresso ai musei sarà gratuito fino al 31 luglio”…

Il MUBIA di Monterotondo M.mo

“La riapertura del Mubia, Geomuseo delle Biancane, è per noi il simbolo della ripartenza – afferma Giacomo Termine, sindaco di Monterotondo Marittimo – in quanto il Geo Museo delle Biancane rappresenta il cuore culturale del nostro piccolo comune e insieme al Parco delle Biancane la principale attrazione”… sempre aperto con ingresso gratuito…

Il Museo MAGMA di Follonica

“Questi lunghi mesi di lock down – fanno sapere dal Museo – sono stati sfruttati come un momento di riflessione sulla funzione del museo come custode dei valori della collettività e sono stati accompagnati da una costante attività di divulgazione e comunicazione online per cercare di stare il più possibile vicini alla cittadinanza durante la lunga crisi. Adesso è il momento di ripartire, consapevoli e sicuri, sfruttando tutte le idee che sono maturate nel corso della primavera”…

Il Polo Culturale Pietro Aldi di Saturnia

Chiudiamo con il Polo Culturale Pietro Aldi di Saturnia che ha riaperto i battenti il 19 giugno, giorno in cui sono riprese le visite nell’osservanza delle prescrizioni governative sul contenimento del Covid-19. La struttura offre a residenti e turisti la possibilità di conoscere ed apprezzare, oltre sessanta opere di Pietro Aldi che raccontano la storia del nostro risorgimento, splendidi ritratti di quel tempo. Gli orari di apertura del Polo Culturale Pietro Aldi sono quelli indicati nel sito www.poloaldi.it

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di luglio 2020 di Maremma Magazine (alle pagine 52-55), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI 

Info: www.museidimaremma.itwww.sostengolacultura.it