“Grosseto in scena”, i teatri e la cultura ripartono con un’iniziativa dedicata...

“Grosseto in scena”, i teatri e la cultura ripartono con un’iniziativa dedicata alla città

222
0
CONDIVIDI

Si chiama “Grosseto in scena” ed è il ricco cartellone di iniziative varato dal Comune di Grosseto, incentrato due punti cardine: coinvolgere gli alunni delle scuole primarie e medie inferiori con laboratori gratuiti quotidiani e offrire momenti di svago con performance itineranti tra il centro storico, i quartieri e le frazioni, coinvolgendo gli spazi culturali di Grosseto

****

I Teatri di Grosseto riprendono l’attività con un progetto dedicato alla città. La pandemia di Covid-19 ha bloccato la stagione teatrale 2019/2020 rendendo inevitabile l’annullamento delle ultime date.
Il Comune ha comunque continuato a lavorare per ideare un’iniziativa che, nel rispetto delle norme anti-contagio, potesse restituire alla città un calendario estivo con eventi per tutti e laboratori dedicati ai ragazzi e quindi alle famiglie. Il programma ha due punti cardine: coinvolgere gli alunni delle scuole primarie e medie inferiori con laboratori gratuiti quotidiani e offrire momenti di svago con performance itineranti tra il centro storico, i quartieri e le frazioni, coinvolgendo gli spazi culturali di Grosseto.
“Il teatro – spiega il vicesindaco e assessore alla Cultura, Luca Agresti – è un’esperienza viva, interattiva, ed è questa la sua grande forza: è un connubio perfetto di emozioni tra chi lo fa e chi lo guarda. E in una situazione così difficile il teatro può rappresentare anche un mezzo per reagire e ritrovare una strada comune. Lo spettacolo dal vivo non può essere sostituito dallo streaming: abbiamo l’obbligo di far rivivere il teatro e la cultura in genere. Messe in scena teatrali, ma anche altre forme artistiche sono la nostra proposta di cultura estiva in città. Musica, danza letture recitate. Questo il focus del calendario di laboratori e di eventi dedicato a Grosseto con il coinvolgimento anche dei più piccoli. Grazie anche al prezioso supporto di associazioni e compagnie teatrali del territorio che hanno risposto positivamente al nostro input”…
“La mattina – aggiunge l’assessore alla Pubblica istruzione, Chiara Veltroni – ci prenderemo cura dei bambini con iniziative culturali gratuite che, in modo divertente e leggero, li condurranno a conoscere meglio la loro città, la storia e il teatro e la proposta culturale in generale. Stiamo lavorando in sinergia con le istituzioni scolastiche, proseguendo il rapporto già consolidato con i vari istituti. La sera invece offriremo a tutti piccole performance itineranti: spettacoli musicali o brevi pièce teatrali. E poi incontri culturali negli spazi della città che permettono il distanziamento sociale, come il teatro degli Industri, la biblioteca Chelliana e il Giardino dell’Archeologia, tutti luoghi che parlano della nostra storia e che devono tornare a far parte della vita dei grossetani”…

Se vuoi leggere l’articolo completo, con il calendario di tutti gli appuntamenti, lo trovi pubblicato sul numero di luglio 2020 di Maremma Magazine (alle pagine 36-39), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI