Giovanni Lamioni e la crisi del turismo in Maremma: “Politiche troppo lontane...

Giovanni Lamioni e la crisi del turismo in Maremma: “Politiche troppo lontane dalle esigenze del territorio”

127
0
CONDIVIDI

Sull’andamento dei flussi turistici e più in generale rispetto alle difficoltà riscontrate dal comparto nel corso della stagione estiva 2019 e non solo, il presidente di Confartigianato Imprese Grosseto Giovanni Lamioni ha le idee chiare e punta l’indice sui tanti (troppi) errori commessi nel passato e sulle politiche lontane dalle reali esigenze del territorio…

“…Serve uno scatto di orgoglio e maggiore onestà intellettuale, vi è la necessità di capire che tra i problemi vi è quello della promozione, del marketing, dell’immagine della Maremma che noi diamo all’Italia e al mondo. Il nostro problema è che non intendiamo dar seguito ad una moderna strategia promozionale…
…Credo sia nel ricordo di molti il duro scontro avvenuto tra la CCIAA di Grosseto da me guidata e il Governatore Rossi: affermò che in Toscana l’unico brand che aveva ragione di esistere era il Brand Toscana e questo in considerazione delle dimensioni territoriali. Però è altrettanto vero che la strada che avremmo dovuto percorrere era quella che avevamo tracciato ormai qualche tempo fa. E infatti se il soggetto pubblico deve dettare le regole e definire una cornice sono convinto che un ruolo strategico debba svolgerlo anche e soprattutto il privato. Pur tuttavia penso che in un’area vasta e complessa come la nostra il pubblico abbia ancora tanto da dire e debba fare da traino. Ed il concetto di brand Maremma andava proprio in questa direzione, ovvero quella di far sì che sulla scorta di indicazioni generali stabilite dal pubblico, i privati cioè gli operatori turistici e della ristorazione, fossero “costretti” ad elevare il livello dell’offerta e ad adeguarsi. Vuoi fregiarti del valore aggiunto offerto dal brand Maremma? Vuoi starci dentro? Allora devi qualificarti in termini di qualità dei servizi, conoscenza delle lingue, proposta dei vini e delle produzioni enogastronomiche locali nei menù, massima relazione con il Sistema Museale, ecc. Questo avremmo dovuto fare e purtroppo non è stato fatto…”

Se vuoi leggere l’articolo completo con tutti i dettagli, lo trovi pubblicato sul numero di settembre 2019 di Maremma Magazine, alle pagine 22-25. Acquista la tua copia cartacea in edicola oppure la versione digitale, on line!
Clicca QUI

Nella foto: Giovanni Lamioni in occasione del taglio del nastro di un’edizione cittadina a Grosseto del Maremma Wine & Food Shire