Amiata Piano Festival, i Concerti di Natale chiudono in bellezza l’edizione 2018

Amiata Piano Festival, i Concerti di Natale chiudono in bellezza l’edizione 2018

87
0
CONDIVIDI

Amiata Piano Festival, la bella rassegna musicale toscana conclude la 14esima edizione con due appuntamenti nel week end dell’Immacolata al Forum Bertarelli di Poggi del Sasso (Cinigiano, Grosseto). Sabato 8 dicembre arriva la versione originale del capolavoro di Rossini, nel 150° anniversario della morte; domenica 9 musiche di Schubert, Ravel e Dohnány

****

DI DEBORAH CORON

L’edizione 2018 dell’Amiata Piano Festival si avvia alla conclusione. Ne parliamo con il pianista Maurizio Baglini, fondatore e direttore artistico della rassegna, sostenuta dalla Fondazione Bertarelli.

Dicembre, tempo di bilanci. Maestro Baglini, è soddisfatto dell’edizione che sta per concludersi?
Decisamente sì. Abbiamo avuto il record assoluto di affluenza, visto che anche le due serate natalizie sono già da tempo esaurite e abbiamo ospitato un numero di artisti superiore a tutte le edizioni precedenti. Ma forse la maggiore soddisfazione è data dall’arrivo di molto pubblico nuovo e giovane. Cosa potrei chiedere di più?

Quale il complimento che le ha fatto più piacere come direttore artistico?
La cosa che mi gratifica di più è constatare il senso di sorpresa: quando il pubblico apprezza la mia continua ricerca di novità delle proposte di repertorio, ottengo la soddisfazione più grande. Il massimo sarebbe avere il tutto esaurito a prescindere dai programmi e ci siamo quasi, visto che molta gente ormai si organizza per venire al Festival, prima ancora di sapere chi suonerà e che cosa.
Arrivare ad un tale risultato significa davvero aver creato un rapporto di stima e di fiducia solido che permette di sviluppare programmi non di puro intrattenimento, ma di spessore culturale.

Quali sono le ripercussioni del festival sul turismo del territorio?
Molti stranieri ed italiani forestieri organizzano ormai le proprie vacanze in funzione delle date dell’Amiata Piano Festival e ci chiedono in anticipo la programmazione.
Anche per questo abbiamo già pubblicato il calendario dell’edizione 2019. Nei giorni dei concerti l’afflusso è tale che per noi diventa quasi problematico trovare posto in agriturismo per gli artisti. Ma sono problemi che affrontiamo ben volentieri e che testimoniano il successo del festival…

Se vuoi leggere l’intervista completa e i dettagli sugli artisti che saranno protagonisti dei concerti, li troverai pubblicati sul numero di dicembre 2018 di Maremma Magazine, alle pagine 24-27: acquista la tua copia cartacea in edicola oppure la versione digitale, on line! Clicca QUI

I concerti di Natale

La Petit e Messe solennelle di Gioachino Rossini e il valzer tra Parigi, Vienna e Budapast.
Due interessanti Concerti di Natale molto diversi tra loro concluderanno l’edizione 2018, la 14esima, dell’Amiata Piano Festival, la bella rassegna musicale toscana di scena nel periodo estivo, con un’appendice a dicembre, al Forum Bertarelli di Poggi del Sasso (Cinigiano, Grosseto).

Sabato 8 dicembre 2018 h. 19 si potrà ascoltare la versione originale, per due pianoforti e harmonium, del capolavoro di Rossini, di cui quest’anno si celebra il 150° anniversario della morte (Pesaro 1 792 – Passy, Parigi 1868 ). Concertatore e primo pianoforte sarà il virtuoso napoletano Michele Campanella, autorevole specialista della Petite Messe Solennelle, che ha anche registrato su CD. Con lui sul palco: Monica Leone, pianoforte; Enrica Ruggiero, harmonium; Linda Campanella, soprano; Adriana Di Paola, mezzosoprano; Francesco Marsiglia, tenore; Matteo D’Apolito, baritono e l’Ensemble Vocale di Napoli.

Domenica 9 dicembre, sempre alle h. 19, un programma cameristico trascinerà il pubblico a passo di danza nelle radici folcloriche di tre capitali europee: a Vienna con la Sonata “Arpeggione” di Franz Schubert, a Parigi con La Valse di Ravel e a Budapest con il festoso Sestetto op. 37 dell’ungherese Ernö Dohnányi. Interpreti, sei acclamati solisti italiani o francesi: Jean-Luc Votano, clarinetto; Denis Simándy, corno; Gauthier Dooghe, violino; Ralph Szigeti, viola; Silvia Chiesa, violoncello; Maurizio Baglini, pianoforte.

Al termine di entrambi i concerti, cena a buffet con degustazione dei vini della Cantina ColleMassari.

Biglietti: www.boxofficetoscana.it
Info: www.amiatapianofestival.com
Tel. + 39 339 4420336