Acquedotto del Fiora, un volano per lo sviluppo del territorio e il...

Acquedotto del Fiora, un volano per lo sviluppo del territorio e il benessere della comunità

295
0
CONDIVIDI

È stato presentato all’inizio del mese scorso a Grosseto, alla presenza del presidente Roberto Renai e dell’amministratore delegato Piero Ferrari, il piano industriale 2020-2022 di Acquedotto del Fiora imperniato sui tre pilastri rappresentati da sostenibilità, innovazione e infrastrutture per garantire lo sviluppo del territorio e il benessere della comunità

****

DI DEBORAH CORON

Oltre 100 milioni di euro di investimenti in tre anni; sostenibilità, innovazione e infrastrutture al centro di scelte e progetti, per confermarsi volano per lo sviluppo del territorio e il benessere della comunità. Economia circolare, mobilità elettrica, riduzione fanghi e water safety plan, investimenti su reti e impianti per 373 milioni di euro da ora al 2031 (+206% rispetto al piano precedente), digitalizzazione dei servizi con l’11% degli investimenti destinati a tale scopo, abbattimento del 5% dei costi operativi, installazione di 130mila misuratori intelligenti. Questi alcuni dati del piano industriale 2020- 2022 di AdF, presentato a inizio febbraio dal presidente Roberto Renai e dall’amministratore delegato Piero Ferrari, con il quale il gestore punta a dare risposte concrete alle aspettative del territorio. La conferma di tale mission sono anche i tre pillars su cui si basa il piano industriale: sostenibilità, infrastrutture, innovazione…

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di marzo 2020 di Maremma Magazine alle pagine 52-54. Le edicole, dove puoi acquistare la tua copia cartacea, sono aperte, ma puoi anche leggere la versione digitale on line! Clicca QUI