Torre di Cala Piccola, un amore di Hotel & Restaurant. All’Argentario!

Torre di Cala Piccola, un amore di Hotel & Restaurant. All’Argentario!

438
0
CONDIVIDI

Un luogo magico che incanta e trasmette emozioni. È l’Hotel Torre di Cala Piccola, splendido resort ubicato nella parte più esclusiva dell’Argentario, sulla strada panoramica, di fronte alle Isole del Giglio e Giannutri, ad una altezza di circa 100 mt. s.l.m., da cui si gode di uno stupendo panorama. Tra i plus il ristorante “Torre d’Argento” aperto anche agli esterni

Pezzo forte dell’intera struttura è il ristorante “Torre d’Argento” aperto anche agli esterni situato su una splendida terrazza panoramica sul mare, che domina le isole dell’arcipelago toscano, guidato dal nuovo chef e restaurant manager Francesco Carrieri

di Celestino Sellaroli

Esistono luoghi che sembrano avere un’anima, una loro personalità, un quid che va oltre la fisicità e materialità delle diverse componenti e che hanno il pregio di suscitare emozioni forti se non addirittura un vero e proprio amore. Uno di questi è senza dubbio l’Hotel Torre di Cala Piccola a Porto Santo Stefano che grazie al mix offerto da struttura, location, contesto, persone preposte all’accoglienza e tanto altro, questi plus indubbiamente li ha e riesce a farli percepire all’ospite in tanti modi.

L’Hotel Torre di Cala Piccola
Il resort, inserito nel prestigioso circuito Condé Nast, si trova sulla strada panoramica dell’Argentario. Sorge a picco sul mare a cento metri di altezza – attorno ad una Torre spagnola del 1600 (un tempo punto di avvistamento dei pirati che infestavano il Mediterraneo) – proprio di fronte alle Isole del Giglio e di Giannutri, lungo uno dei tratti costieri più affascinanti della zona, con una vista panoramica a 360 gradi davvero mozzafiato.
La stessa visuale che conquistò Liz Taylor e Richard Burton negli anni ’60. Già perché qui la storia parte da lontano. Furono Carlo Bertuzzi e Nina Benini nel 1957 ad acquistare Cala Piccola ed a trasformarla in uno dei Club Hotel più chic d’Europa, oggi meta ambita per personaggi di spicco della politica e dello spettacolo e per viaggiatori provenienti da tutto il mondo alla ricerca di un’esperienza fuori dal comune più che di una semplice vacanza.
Il complesso, guidato con cura e professionalità dall’Hotel Manager Stefania Marconi, offre la possibilità di godere di una vacanza davvero magica, composta di tanti piccoli meravigliosi momenti che vorresti non finissero mai, come rilassarsi al mare o in piscina, godersi l’aperitivo davanti ad uno spettacolare tramonto sull’arcipelago toscano, usufruire di un pranzo o una cena nella terrazza panoramica al chiaro di luna e tanti altri ancora.
Natura, colori, profumi, cibo, panorama, relax, salute, benessere, eventi, musica e tanto altro: sono gli ingredienti che fanno dell’Hotel Torre di Cala Piccola un luogo speciale che ti entra dentro e di cui ti innamori.
La struttura è formata da varie villette in cui sono state ricavate 53 camere, molte delle quali con vista sul mare e balcone costruite su complessi separati, collegati tra loro da vialetti, giardini e scalinate a picco sulla scogliera.
La piscina a raso sovrasta una vista mozzafiato ed è dotata di ombrelloni e lettini per gli amanti del relax. Il panorama ineguagliabile offre agli amanti della fotografia scorci unici per scatti spettacolari.
La caletta di ghiaia e scoglio, situata a 800 mt, è servita da una navetta che dall’Hotel porta fino al mare. A disposizione degli ospiti ombrelloni e sdraio presso lo stabilimento di Cala Piccola ad un costo convenzionato.
Lo splendido Caffè La Torre costruito proprio ai piedi della Torre seicentesca propone drink, aperitivi, spuntini nel giardino panoramico in una cornice davvero stupenda con una veduta panoramica da togliere il fiato. Il momento del tramonto che si gode dalla terrazza del bar è di una bellezza incredibile e merita, quasi da solo, una tappa per immortalarlo.

Il ristorante “Torre d’Argento”
Pezzo forte dell’intera struttura è il ristorante “Torre d’Argento” aperto anche agli esterni.
Il progetto relativo alla ristorazione negli anni ha assunto una propria e definita identità e fisionomia ed anzi di più, è diventato con orgoglio un protagonista di qualità e simbolo di alto livello dei servizi offerti. Situato su una splendida terrazza panoramica sul mare, domina le isole dell’arcipelago toscano.
Lo chef con il suo staff effettua tutte le preparazioni a mano con l’utilizzo di materia prima di altissima qualità.
La struttura offre anche una banchettistica di alto livello, insieme a numerosi e prestigiosi eventi.
Per la clientela business viene messa a disposizione un’ampia sala congressi con tutta una serie di servizi (coffee break, pranzi e cene di lavoro, cene di gala e quant’altro).

Lo chef: Francesco Carrieri
Da quest’anno nuovo chef e restaurant manager dell’Hotel Torre di Cala Piccola è Francesco Carrieri, di origine pugliese, ma ormai argentarino d’adozione. Ingredienti di primissima scelta, attenzione al territorio e alla stagionalità dei prodotti, piatti sani oltre che buoni e una carta sempre diversa che rifugge la monotonia e incoraggia la scoperta e la sperimentazione, senza peraltro mai perdere di vista la tradizione, sono i tratti distintivi della sua filosofia in cucina che ha per obiettivo quello di rendere felici i clienti. Ambizioso e testardo, è anche uno che sa ascoltare e dà molta importanza al team.
Lo abbiamo incontrato in occasione di una nostra recente visita all’Hotel Torre di Cala Piccola, rivolgendogli alcune domande.
Partiamo dalle note di presentazione. Chi è Francesco Carrieri?
Mi reputo un ragazzo con tanti sogni da svelare piano, piano… Sono una persona estroversa che sa ascoltare ed analizzare al meglio tutto quello che mi circonda, la mia famiglia, i miei figli, mia moglie. Nutro, sin da quando ero bambino, un amore sconfinato per la cucina.
Dal punto di vista professionale le mie esperienze si sono concentrate prevalentemente in Italia, dividendosi tra mare e montagna. Dopo il diploma ho affinato la preparazione tecnica frequentando corsi di specializzazione tenuti da grandi maestri della gastronomia internazionale. Ho lavorato all’Argentario Golf Hotel e alla Posta Vecchia Relais&Châteaux (1 stella Michelin) a Palo, sulla costa laziale, ma anche al Grand Hotel Savoia a Cortina e all’Hotel Hermitage Relais & Châteaux a Cervinia.
Che tipo di cucina propone?
Una cucina fresca in base alla stagione e quello che il territorio ci offre, terra e mare, creativa ma senza destrutturare troppo i piatti. Puntiamo sull’esaltazione del sapore unico di ogni singolo ingrediente che insieme ad altri crea un’armonia.
Qual è la filosofia che ispira la cucina del ristorante di Cala Piccola Torre d’Argento?
La mia filosofia consiste nel cercare di soddisfare le esigenze dei nostri clienti sia italiani che stranieri, provando a sperimentare e ad interagire con i vari commenti che i clienti ci fanno. Aspetti che ci aiutano a migliorare i nostri piatti per renderli unici.
Uno sguardo al menù. Quali sono i piatti più importanti e da citare (tra entrée, primi, secondi e dessert)?
Come entrata segnalo il piccolo Roche di ricotta con semi zucca e violette. Tra i primi gli Spaghetti con le arselle, un piatto classico e difficile da trovare in altri ristoranti. Come secondo mi piace citare il Filetto di spigola in crosta di patate e gamberi con salsa al pesto di basilico.
Un piatto cui è particolarmente affezionato?
L’Argentario mi ha adottato ed io per rispetto ho reso un po’ mia la classica zuppa di pesce che qui si chiama il Caldaro, composto da vari pesci pescati in zona: dalla gallinella, gronco, tracine, calamari, seppie. È un piatto di antica tradizione, tipico dei pescatori dell’Argentario, che lo preparavano e mangiavano in navigazione durante la cala delle reti. Prende il nome dalla grossa pentola nella quale si cucinava al momento, spesso direttamente sugli scogli, il pescato fresco di giornata. Poi non aggiungo altro va solo assaggiato…
Vista, olfatto, gusto. Tre sensi che se adeguatamente stimolati generano emozioni. Emozioni che poi vengono amplificate ancor di più dal panorama strepitoso che si gode dal ristorante. Insomma, l’esperienza a tavola a Torre d’Argento lascia il segno e diventa indimenticabile… Parliamo di questo aspetto
Concordo in pieno con questa sintesi. L’Hotel Cala Piccola ha una vista spettacolare e noi come ristorante, con i nostri servizi, con il mio staff di sala e cucina ed il mio secondo chef Daniele Soave, cerchiamo di amplificare le sensazioni e le emozioni che arrivano ai cinque sensi.
Torre d’Argento come location per cerimonie e feste…
Si presta benissimo e cerchiamo di soddisfare le varie esigenze. Senza dimenticare che siamo un Albergo ed abbiamo una clientela particolare che viene da noi per staccare la spina caotica della città, per cui siamo aperti all’organizzazione dei vari eventi, senza però invadere la quiete dei nostri clienti che alloggiano da noi.

 

Info: Hotel Torre di Cala Piccola, Località Cala Piccola, Porto Santo Stefano (GR), Monte Argentario | Tel. 0564 825111, sito web www.torredicalapiccola.com, info@torredicalapiccola.com