Ristorante “Novecento”, semplicità e genuinità a tavola, nel cuore della Maremma....

Ristorante “Novecento”, semplicità e genuinità a tavola, nel cuore della Maremma. A Semproniano

767
0
CONDIVIDI

Semplicità, qualità e soprattutto genuinità, quella vera che solo zone come l’entroterra maremmano riescono ad esprimere. C’è tutto questo e molto di più nell’esperienza a tavola che regala il ristorante “Novecento” situato in via Toscana a Semproniano, il sogno diventato realtà di Brunella e Valeria

La filosofia del ristorante Novecento è quella di far trascorrere ai loro clienti un momento dove, oltre a mangiare ottimamente, devi stare bene, sentirti assolutamente a tuo agio in un ambiente curato e rilassante

di Paolo Mastracca

****

Passando per Semproniano è impossibile non imbattersi nel ristorante Novecento che si trova in bella vista lungo la principale strada di passaggio del paese. Siamo in via Toscana tanto per non confonderci su dove ci troviamo, ovvero nel lembo meridionale della Toscana in uno di quei luoghi terra di confine fra la Maremma e l’Amiata che offrono l’impressione di essere rimasti sospesi e avulsi dal tempo che cambia.
Il ristorante Novecento trasuda storia sebbene sia stato aperto poco più di 14 anni fa, nel mese di luglio del 2002 per la precisione.
Le titolari, le signore Brunella e Valeria, hanno scelto questo nome per un motivo ben preciso. Dal locale che oggi ospita il loro rinomato ristorante è passata la storia di Semproniano del secolo scorso. Non è un modo di dire ma una realtà assodata, basti pensare che fra quelle mura c’è stata l’officina del fabbro, poi una maglieria e c’è stata pure la mensa della scuola materna fino ad ospitare la sede della Democrazia Cristiana.
Brunella e Valeria hanno a cuore la loro terra e hanno pensato bene di dedicare questa caratteristica del loro locale al secolo scorso scrivendo novecento in lettere perché le sensazioni che regala la storia, quella vera, quella fatta di dettagli e che rimane nel cuore delle persone, non può essere trasmessa e tramandata con aridi numeri.
Per chi non è abituato allo stile di vita di questa terra appena varca la soglia del ristorante ha quasi la sensazione di tornare nel novecento, perché l’umanità che si respira, il modo di fare semplice e genuino delle titolari, offre l’idea di respirare quei valori umani che oggi sembrano smarriti.
La filosofia del ristorante Novecento è quella di far trascorrere ai loro clienti un momento dove, oltre a mangiare ottimamente, devi stare bene, sentirti assolutamente a tuo agio in un ambiente curato e rilassante.
Ma questa è una caratteristica che il cliente deve scoprire da solo, perché non è nello stile delle signore Brunella e Valeria elencarti le qualità della loro offerta. La gente di questi luoghi è troppo discreta per esporre le loro qualità. Il loro stile è proporre e l’ospite valuta.
Così, appena entrato nel locale puoi constatare che esiste una splendida veranda panoramica che domina la valle dell’Albegna e da cui si può ammirare l’oasi WWF Bosco dei Rocconi, che si sviluppa per buona parte nel comune di Semproniano con una porzione compresa nel territorio comunale di Roccalbegna. Da quella posizione strategica si può ammirare un tramonto mozzafiato e non a caso i tavoli della veranda sono richiestissimi dai clienti.
La scommessa di due amiche, Brunella e Valeria, con il supporto di un terzo socio, di aprire questo ristorante è stata vinta. Il locale si è dato una precisa filosofia facendo leva esclusivamente sui prodotti locali e la clientela ha mostrato e mostra di gradire. Una clientela che non è soltanto quella di passaggio, ma è fatta anche di turisti che alloggiano nei vari agriturismi della zona raccogliendo visitatori provenienti dalle vicine località di Saturnia, Pitigliano e Sovana.
Brunella e Valeria sono felici di quella che è oggi la loro creatura e spiegano: “la cucina è semplice e genuina come la gente di Semproniano. I prodotti che usiamo sono buoni, naturali, diciamo che la materia prima è di alto livello, sicuramente di ottima qualità. Sul modo in cui viene cucinata ci rimettiamo al giudizio dei clienti”. E sbirciando un po’ tra le recensioni pubblicate su Tripadvisor pare proprio che tale giudizio sia decisamente positivo.
Nella vetrina al centro del ristorante è esposta la pasta fatta in casa e anche qui scopriamo che la farina utilizzata per realizzare questa pasta è di varia qualità: farina di ceci oppure farina di farro, ma quello che è davvero affascinante è l’utilizzo della farina di grani antichi che ha la caratteristica di essere coltivata esclusivamente a Semproniano ed ha il pregio e la qualità di avere un basso contenuto di glutine.
Qualsiasi prodotto utilizzato dal ristorante Novecento e proposto ai clienti ha un legame forte, chiaro e indissolubile con il territorio. Basti pensare alle varie qualità di olio che provengono esclusivamente dai produttori che hanno le tenute lungo la strada di Fibbianello che collega Saturnia a Semproniano ed è contraddistinta da splendide vallate di olivi.
Per il vino sfuso il ristorante Novecento si affida all’azienda Torri dell’Albegna di Semproniano mentre per i vini imbottigliati la cantina del locale propone principalmente Morellino ma anche altri vini di aziende locali e dei comuni limitrofi.
Ovviamente anche la verdura proviene dagli agricoltori della zona e per quanto riguarda la carne, fornita dalla macelleria Passalacqua che ha negozi a Semproniano e Saturnia, il pezzo forte è il filetto al Morellino, con l’alternativa di proporlo anche all’uva fragola quando la stagione lo consente.
Il cliente può trovare un’ampia disponibilità di formaggi locali prodotti dal Caseificio Carlucci di Pomonte senza dimenticare, per i più golosi, i gelati artigianali che vengono arricchiti con marmellata fatte appositamente dal ristorante che rappresentano assolute primizie, come la marmellata di rose, di fichi e di uva fragola. Il ristorante Novecento produce anche marmellate di peperoncino e di cipolla e pere che si prestano benissimo ad essere abbinate ai formaggi insieme al miele e pure alla marmellata di fichi.
C’è anche la pizza che rappresenta una ulteriore proposta a disposizione della clientela e che è in simbiosi con la filosofia del ristorante, visto che anche in questo caso tutti i prodotti utilizzati sono assolutamente locali.
Una particolarità intrigante del locale è la cosiddetta stagionalità, nel senso che il cliente può trovare i prodotti caratteristici di quel determinato periodo dell’anno, per cui ad esempio in primavera ci saranno gli asparagi così come in autunno i funghi cucinati sotto varie forme e con la pasta abbinata. Nel periodo in cui è disponibile l’uva fragola sarà possibile degustarla con la faraona, per cui è assolutamente interessante visitare il ristorante Novecento a Semproniano in ogni periodo dell’anno, perché ogni stagione ha la sua caratteristica e le sue delizie da assaporare.
Il ristorante è aperto a pranzo e cena. Giorno di chiusura: mercoledì.

Info: Ristorante “Novecento” | Via Toscana 4 | 58055 Semproniano | Tel. 0564 986334.

dsc_0471-1 dsc_0456-1 dsc_0319