Hotel Torre di Cala Piccola, il fascino di un resort di lusso...

Hotel Torre di Cala Piccola, il fascino di un resort di lusso a picco sul mare, all’Argentario!

1293
0
CONDIVIDI

Sono emozioni intense quelle che l’Hotel Torre di Cala Piccola sulla punta estrema dell’Argentario, a picco sul mare di fronte alle Isole del Giglio e di Giannutri, riesce a trasmettere a chi ha il piacere di soggiornarvi. Un hotel con un panorama straordinario e soprattutto con un fascino ed una personalità uniche. Provare per credere!

Il resort, da poco inserito nel prestigioso circuito Condé Nast, si trova sulla strada panoramica dell’Argentario, lungo uno dei tratti costieri più affascinanti della zona, ed è una delle più qualificanti ed esclusive strutture ricettive del territorio maremmano

di Celestino Sellaroli

****

31La Maremma è una terra speciale! Un piccolo Eden che già di per sé conquista, incanta e rapisce per tanti motivi. Sarà per l’incredibile varietà di situazioni che riesce ad incarnare (mare, collina, montagna), sarà per quel senso di libertà che trasmette, per l’ambiente integro, per la bellezza dei borghi disseminati su tutto il territorio provinciale, o ancora per le testimonianze del passato, per la bontà dei prodotti della natura, per la genuinità dei sapori, o per le tante opportunità di svago che offre. Sarà per tutto questo, ma un viaggio in Maremma è un viaggio che ti rimane addosso, un’esperienza che non si dimentica tanto facilmente…
Se poi si ha la fortuna di scegliere per la propria vacanza in questo angolo di Toscana un luogo unico come l’Hotel Torre di Cala Piccola allora tutto si amplifica e… si arriva all’estasi. Quell’estasi che ti arriva dentro, ti trasmette emozioni e ti conquista l’anima.
Cala Piccola è così. Talmente bello, da sembrare irreale. E come dice qualcuno, da provare, almeno una volta nella vita!
Il resort, da poco inserito nel prestigioso circuito Condé Nast, si trova sulla strada panoramica dell’Argentario. Sorge a picco sul mare a cento metri di altezza proprio di fronte alle Isole del Giglio e di Giannutri, lungo uno dei tratti costieri più affascinanti della zona, con una vista panoramica a 360 gradi davvero mozzafiato. Al centro, l’antica Torre Saracena da cui ha preso il nome, un tempo punto di avvistamento dei pirati che infestavano il Mediterraneo.

Nei panni dell’Hotel Manager ormai da molti anni è Stefania Marconi. Ed è a lei che rivolgiamo alcune domande per presentare la struttura, una delle più qualificanti ed esclusive del territorio maremmano.

Hotel Torre di Cala Piccola, un luogo magico, anzi unico, che ti entra nel cuore e trasmette emozioni. Quali sono i plus che contraddistinguono una vacanza in questa bella struttura?
Sì l’aggettivo Unico è perfettamente calzante. In effetti bisogna viverlo per poterne capire la singolarità e l’emozione che sprigiona. La meravigliosa posizione è sicuramente il maggior punto di forza dell’albergo: l’altrettanto meravigliosa vista mare sull’arcipelago toscano dal giardino antistante la torre saracena e dai balconi delle camere, come anche dal ristorante e dal bar, lascia senza fiato. Il momento del tramonto è veramente speciale: colori aranciati, rosa e luce fino a tardi con il sole che si tuffa dietro l’Isola d’Elba. Anche la piscina ha la stessa vista splendida e gode di una struttura particolare. È a sfioro e dà l’impressione di un tutt’uno con il blu del mare. Inoltre la piscina ha un vecchio leccio posizionato al centro. E cosa dire della nostra caletta al mare? L’acqua dell’Argentario è rinomata come una delle più belle e cristalline d’Italia e certificata dalla bandiera blu. La caletta è collegata all’albergo con un servizio di navetta con la quale gli ospiti sono accompagnati al mare. Lì hanno a disposizione il loro posto con ombrellone e sdraio. Per ultimo, e non ultimo sicuramente, c’è il valore inestimabile della Torre saracena del 1600 che si erge come riferimento di centralità e di potenza storica in prossimità della hall e della reception. Essa, già da sola, varrebbe il viaggio e la visita alla nostra struttura.

02Esistono luoghi che sembrano andare oltre la materialità delle cose dimostrando quasi di avere un’anima, una loro personalità. E l’Hotel Torre di Cala Piccola grazie al mix tra la struttura, la location, il contesto, le persone preposte all’accoglienza e tanto altro, questa personalità indubbiamente ce l’ha e riesce a farla percepire all’ospite in tanti modi….
L’anima della struttura sicuramente è costituita dallo staff che è molto motivato e mette tanta passione nel servire gli ospiti e rispondere a tutte le esigenze con disponibilità, cordialità, empatia e professionalità. Dedichiamo molta attenzione all’ascolto attivo e costante dell’ospite. L’accoglienza è il nostro filo conduttore. Uno staff soddisfatto ed innamorato traspare ai clienti ed è un must impagabile. La proprietà dell’albergo naturalmente ha pure del merito. L’hotel appartiene ormai da tanti anni alla Cala Piccola spa con sede a Firenze. La società possiede e gestisce solo questo albergo ed è rappresentata dal dott. Massimo Sandrelli che spesso è presente nella struttura e partecipa attivamente alla gestione.
Che tipo di clientela avete?
L’obbiettivo principale che ci siamo posti quest’anno è di consolidare l’internazionalizzazione e ad ora le anticipo che stiamo ottenendo ottimi risultati. Anche la clientela di nazionalità italiana si sta consolidando con soggiorni medi più lunghi degli anni precedenti. Le nazionalità principali dei nostri ospiti sono, oltre a quella italiana che si attesta al 50% circa, quella americana, tedesca, svizzera, belga, austriaca, francese, inglese, nordeuropea, australiana e russa.
Qual è il cliente-tipo che sceglie Cala Piccola?
Il cliente tipo è costituito dalla coppia di età media, che in genere arriva in hotel, parcheggia l’auto e non si sposta quasi più dall’albergo. È il tipo di cliente che vive la bellezza e la natura in un ambiente di relax e pace. L’hotel offre la possibilità di staccare completamente e immergersi in una dimensione magica, andare al mare o in piscina, godersi l’aperitivo davanti ad uno spettacolare tramonto sull’arcipelago toscano, usufruire di un pranzo o una cena nella terrazza panoramica vista mare al chiaro di luna.

07La vacanza come esperienza emozionale che a Cala Piccola è facile da vivere…
Facilissima: l’esperienza direi è a 360 gradi: natura, colori, profumi, cibo, panorama, relax, salute, benessere, eventi, musica e tanto altro. Il tutto in un’armonia totale.
Cosa rappresenta per voi l’ospite-cliente?
Il nostro cliente è ospite e desideriamo che si senta coccolato, cullato e a casa propria seppur in un ambiente di lusso, ma non formale, possibilmente anticipato nei desideri e rilassato.
Quali sono gli aspetti cui tenete di più nel giudizio di un cliente?
Il giudizio del cliente è preziosissimo. Noi intervistiamo e ascoltiamo molto i nostri ospiti. Io personalmente ci sono sempre e a contatto con tutti, intercettando e spesso anticipando eventuali problematiche intervenendo tempestivamente. Per fortuna la soddisfazione dei clienti è molto alta e ne siamo felici. È il nostro principale obiettivo. Ci interessa il giudizio dei clienti naturalmente per tutti i servizi che offriamo ed in modo particolare per il ristorante, la Torre d’Argento, cui dedichiamo tante energie ed investimenti.
L’Hotel Torre di Cala Piccola è una struttura completa che oltre all’accoglienza offre anche tanto altro… a cominciare proprio dal ristorante, cui accennava, per arrivare all’hotel come location ideale per eventi, meeting e cerimonie…
L’accoglienza presso l’hotel Torre di Cala Piccola si completa con tutta una serie di servizi. Il fiore all’occhiello è il nostro ristorante, la Torre d’argento aperto tutti i giorni sia a pranzo che a cena. Il progetto relativo alla ristorazione negli anni ha assunto una propria e definita identità e fisionomia ed anzi di più, è diventato con orgoglio un protagonista di qualità e simbolo di alto livello dei servizi che offriamo. Situato su una splendida terrazza panoramica sul mare, domina le isole dell’arcipelago toscano. Il nostro giovane chef Salvatore Cioce con il suo staff effettuano tutte le preparazioni a mano con l’utilizzo di materia prima di altissima qualità. Il nostro maitre Emiliano, che è anche un sommelier professionista, ne completa il prezioso e certosino lavoro insieme ai suoi collaboratori di sala.
La struttura offre anche una banchettistica di alto livello, insieme a numerosi e prestigiosi eventi.
Per la clientela business abbiamo un’ampia sala congressi e a disposizione degli ospiti mettiamo tutta una serie di servizi (coffee break, pranzi e cene di lavoro, cene di gala e quant’altro). L’esperienza business si fonde naturalmente con tutto il resto in un trionfo di esperienza totale.
Ed infine, ma non ultimo, abbiamo il bar sul giardino panoramico. È incastonato nella Torre saracena e ha una veduta panoramica da togliere il fiato. Il momento del tramonto che si gode dalla terrazza del bar è veramente di una bellezza strabiliante e particolarmente emozionante.

Info: Hotel Torre di Cala Piccola – Via della Cala – 58019 Porto Santo Stefano (GR), tel. 0564 825111, www.torredicalapiccola.com

****

Stefania Marconi, trent’anni dedicati a Cala Piccola

Ad incarnare il concetto di ospitalità a Cala Piccola è oggi l’Hotel Manager Stefania Marconi, che qui – considerando gli anni di servizio – ha praticamente eletto la sua seconda casa. A testimonianza che il lavoro può anche trasformarsi in dedizione quando ciò che si fa piace e gratifica i sensi. A lei rivolgiamo qualche altra domanda di natura, per così dire, più personale.

_MG_8528Cosa rappresenta per lei Cala Piccola?
Le dico, solo per farle capire, che è da trent’anni che lavoro in questa struttura. Sono stata assunta all’età di vent’anni e oltre all’esperienza fatta sul campo, ho partecipato a tanti corsi di formazione e master professionali, sia in Italia che all’estero. All’Hotel Torre di Cala Piccola ho trascorso la vita. Ormai, fa parte di me, da sempre. Le ho dato (ma ho anche ricevuto) tanto e continuo a viverlo con così tanto amore e devozione, da essere diventato per me la mia seconda casa, un riferimento costante delle mie giornate. Lo vivo tutto l’anno, ne ho vissuto i cambiamenti e negli ultimi anni lo sto vedendo decollare sia a livello di ottimi risultati economici, di qualità e target alto di clientela che di grandi investimenti. È una grande soddisfazione per me e la condivido naturalmente con la proprietà e i miei collaboratori.
In quasi trent’anni di lavoro a Cala Piccola saranno sicuramente tanti gli aneddoti particolari che avrà vissuto. Raccontiamone uno…
Ne sono successe così tante di cose che potrei scrivere un libro. Si va dalla presenza di  personaggi dello spettacolo e della politica, ad una serie continua di avvenimenti curiosi, comici, emozionanti. Al momento però uno specifico non mi viene in mente. Vale per tutti però sapere che l’Hotel Torre di Cala Piccola è stata la meta degli incontri e delle fughe d’amore di due mostri sacri del jet set come Richard Burton e Litz Taylor.
Dal suo particolare osservatorio e sulla scorta della sua esperienza nel settore, come è cambiato il turismo negli ultimi trent’anni?
Il cambio di passo in senso assoluto è avvenuto con l’avvento di internet e delle prenotazioni online tramite le Ota. Senza contare poi il revenue sui prezzi e la variazione di tariffa costante, il cliente sempre più informato, il discusso sistema delle recensioni, la brand reputation e tanto altro. Soprattutto da evidenziare è il mutamento di mentalità e di atteggiamento del cliente, che adesso chiamiamo ospite, e che necessita di trarre esperienza dal suo soggiorno, vivere emozioni, sognare. A garantire il primato nell’offerta dell’ospitalità, sarà la sfida dell’esperienza.
La Maremma, è perfetta così o ci sono cose che potrebbero e dovrebbero essere migliorate per aumentare l’appeal dal punto di vista turistico?
Cosa dire del nostro amato territorio? Ci sono nata e l’ho visto cambiare e non sempre in meglio. La crisi economica e spesso la mancanza di consapevolezza da parte dei cittadini, ha portato forse un’eccessiva trascuratezza. L’idea che la bellezza naturale possa essere sufficiente dà per scontato che si possa essere attraenti senza troppa fatica. Ma il turismo spontaneo di ormai tanti anni fa non esiste più. Occorre fare sinergia vera, dal basso, ispirata da amor proprio e consapevolezza. E poi occorre una sollecitazione attiva, importante e costante, da parte di tutto il sistema turistico alberghiero e dell’accoglienza in genere, verso le varie amministrazioni pubbliche.

LEGGI IL PDF

Maremma Magazine – Settembre 2016 – Hotel Torre di Cala Piccola

Hotel Torre di Cala Piccola - POSIZIONE